TASSA CONDIZIONATORI: Realtà o bufala? Facciamo chiarezza

Pochi ancora ne parlano, pochissimi ancora sanno della sua esistenza, tante però le versioni spesso distorte della verità. Oggi con questo articolo, chiariamo una volta per tutte quella che viene chiamata “tassa sui condizionatori”.

Iniziamo subito col dire che questo nuovo balzello non è stato posto dal governo per spremerci ancora, ma da una direttiva europea (D.E.2010/30) volta a regolare i consumi di energia dei condizionatori d’aria: un impianto pulito, consuma meno ed inquina meno.
Lo stato italiano ha recepito la direttiva introducendola nella legge n.90/2013 e lasciando alle regioni il compito di stabilire come attuarla e una volta tanto, l’attuazione è stata con un quadro abbastanza uniforme, infatti quasi tutte le regioni che hanno già applicato la normativa (e sono obbligati a farlo) senza modifiche a livello operativo. Ciò vuol dire che in ogni regione di Itali che ha già applicato la normativa, i controlli, le sanzione e l’operatività su istallazione e manutenzione è praticamente uguale.

LA BUFALA: molti hanno scritto che la tassa sui condizionatori è di 200€ l’anno. Probabilmente con lo scopo di attirare attenzione e visualizzazioni del proprio sito o perché non hanno letto a fondo la normativa, ma così non è. Il balzello fisso oltre alla manutenzione imposto dall’Europa riguarda soltanto gli impianti che superano i 12kw. Solitamente quelli casalinghi o dei più comuni uffici, non supera i 2/2,5 kw, quindi si può stare tranquilli.

MA ALLORA COS’È TUTTO QUESTO TRAMBUSTO?
La normativa prevede semplicemente che si faccia un libretto unico degli impianti termici all’interno della nostra casa con lo scopo di far verificare, come già succede sulle caldaie, l’efficienza e la relativa manutenzione a prescindere dai Kw.
Portiamo qui ad esempio i punti principali della delibera 1872/2014 del Friuli Venezia Giulia:

– gli impianti termici per la climatizzazione invernale e/o estiva di nuova installazione devono essere muniti di un “libretto di impianto per la climatizzazione” conforme al modello riportato all’allegato I del Dm 10 febbraio;

– gli impianti termici per la climatizzazione invernale e/o estiva esistenti devono essere muniti del nuovo “libretto di impianto per la climatizzazione” a partire dal 15 ottobre 2014 e “in occasione del primo intervento utile di controllo o eventuale manutenzione di cui all’articolo 7 del Dpr 74/2013 o in occasione di interventi su chiamata per guasti o malfunzionamenti”;

– i libretti di centrale e di impianto esistenti devono essere “conservati a cura del responsabile dell’impianto unitamente al nuovo libretto di impianto per la climatizzazione”;

– dal 15 ottobre gli impianti di climatizzazione devono essere muniti anche del rapporto di efficienza. I modelli da utilizzare per la sua redazione sono quelli  riportati agli allegati II, III, IV e V del Dm 10 febbraio 2014.

La sola spesa che sarà quindi addossata al proprietario dell’impianto è quella del bollino blu che il manutentore apporrà ogniqualvolta verrà a fare il controllo. Ma a chi rivolgersi? La maggior parte dei manutentori delle caldaie si sono già attivati nel 2013 per essere pronti ad ogni esigenza. Sarà quindi facile chiedere a chi ci fa la manutenzione ogni anno, se sono abilitati anche per i condizionatori. In caso contrario potrete semplicemente rivolgervi all’installatore del vostro impianto.

Il lato positivo è che con questa normativa, avremo un libretto unico che racchiude tutti i nostri impiantiti termici istallati all’interno della nostra casa!

Per chi volesse saperne di più, clicca qui per scaricare le slide della regione FVG oppure clicca qui per scaricare il libretto manutenzione.

Il nostro studio è sempre aggiornato alle ultime normative vigenti, perchè non approfittarne?  Chiedici subito un preventivo cliccando qui!

©RIPRODUZIONE RISERVATA CoabitareBLOG

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...